logo Datameteo Datameteo previsioni meteo



Previsioni meteo Semarang

meteo Semarang

allerta meteo Semarang

meteo 16 giorni Semarang

meteo 45 giorni Semarang

Dati Semarang e Previsioni meteo Semarang con aggiornata allerta meteo Semarang ed incendi. Modelli meteo Semarang ad alta risoluzione WRF,CFS,WWW3 per eolico, fotovoltaico, protezione civile. Il modello per le previsioni meteo 45 giorni Semarang aggiornato regolarmente secondo una cadenza atipica. Inoltre sono disponibili previsioni meteo 16 giorni Semarang per 7000 comuni italiani e 8000 location nel mondo

Previsioni meteo Semarang

meteo Semarang

meteo 16 giorni Semarang

meteo 45 giorni Semarang

COMPARAZIONE COL PRECEDENTE OUTLOOK:



Come ci aspettavamo siamo andati incontro ad un cooling stratosferico(raffreddamento con ripartenza del VPS/VPT),e superamento tramite un (ESE) Extreme Stratospheric Event NAM>+1.5 con caduta geopotenziale su tutta la colonna isobarica(1470dam in prossimità della tropopausa),rinforzo delle vorticità potenziali su tutti i piani isoentropici.In pratica una vera mazzata per gli amanti di gelo e neve sul mediterraneo. Ecco dunque i tasselli che hanno orientato gran parte della prima meta’ di febbraio verso un blocco zonale alto,con anticicloni e mitezza inchiodati alle basse latitudini mediterranee,ove abbiamo puntualmente assistito ad un’anticipo di primavera.Si conferma pero’ anche il successivo tracollo troposferico(assalto della wave aleutinica),con split parziale durante la seconda decade del mese.Tale presupposto con forte elliticizzazione del VPS/VPT verso l’east coast statunitense sta gettando le basi per il ritorno del freddo imminente e gia' in atto su molte aree della Russia europea,Scandinavia,Balcani ed entro la terza decade sulla nostra penisola(attorno al 22-28).Cio' a testimonianza che quest’anno la troposfera sta facendo un vero braccio di ferro con la stratosfera.











SITUAZIONE TELECONNETTIVA GENERALE:

Ci troviamo di fronte ad un vero e proprio bivio con il collassamento del lobo asiatico del VP e conseguente calo del PNA index e relativa tensione zonale pacifica con conseguente ondulazione del js con risalita a supporto di essa di masse d’aria particolarmente calde.Ci attendiamo dunque un’ondulazione di aggancio tra 22-28 tra l’azzorriano e lo scand++(generato dalla divergenza del getto),con intrusione di masse d’aria fredde continentali attraverso la porta balcanica verso il settore adriatico. Poi si evolvera’ rapidamente verso uno sganciamento altopressorio con inversioni termiche anche accentuate inizialmente,con successiva  ripresa termica. Nel contempo passeremo verso un nuovo pattern che andra’ a dominare la prima parte del mese di marzo con effetti differenti nel corso del mese e poi in aprile.Ci dovremmo aspettare uno stazionamento della figura dello scand+ come vero dominatore di questo finale invernale ,e della prossima stagione primaverile(evidente anche dal ridimensionamento delle anomalie scandinave).Cio' lascerebbe scoperto in prima istanza un canale ondulato oceanico che ci terrebbe compagnia per la prima parte del mese di marzo con brevi pause altopressorie ed un contesto contraddistinto da abbondanti precipitazioni specie su aree esposte alle correnti oceaniche.Ci sara’ probabilmente anche lo spazio per un ultimo colpo di reni invernale,con ritorno di gelo e neve non eccezionale vedendo anche l’andamento di molti anni nella seconda parte del mese appare alquanto probabile,e viene surrogato dalla permanenza di gpt alti in area scandinava.Si manterranno infatti i presupposti per tenere in vita un lago gelido ad est dello scand+ da cui attingere nella seconda parte del mese.Ci sono i presupposti anche lagati dopo il continuativo cooling in atto(NAM oltre +2),per avere anche un rimbalzo stratosferico con possibile FINAL WARMING,con passaggio di consegne verso il pattern della bella stagione con un passaggio del tutto fisiologico anche se potrebbe essere anticipato  quest’anno, l'ozono in presenza delle maggiori radiazioni che ormai raggiungono la atmosfera polare, uscita dai suoi 6 mesi di assenza di luce, inizia a essere suddiviso in radicali ossigeno e in ossigeno molecolare, dando il via libera ad  un aliquota di energia che si trasforma in calore, questo processo delicato rende le basi per avere un riscaldamento chiamato in questo punto della stagione come FINAL WARMING con insediamento di un hp al posto del VP.Tale situazione genera pero’ i presupposti per irruzioni di aria fredda anche tardive.Marzo ed aprile dunque potrebbero essere ricchi di precipitazioni ,ma con bruschi ritorni di freddo e neve alle basse quote,specie tra seconda parte di marzo e primi di aprile.












PREVISIONI PER L’ITALIA:

ITALIA SETTENTRIONALE:


Mese di marzo che risentira’ nei primi giorni di temperature basse legate al precedente ritorno invernale,con tempo inizialmente stabile.A partire dalla seconda parte della prima settimana del mese e’ lecito attendersi la distensione di saccature di matrice oceanica con termiche in incremento ma normali per il periodo,neve a quote di montagna e ventilazione apprezzabile dai quadranti occidentali.Assisteremo a pause brevi altopressorie tra una saccatura e l’altra.Lo sguardo poi si pone per un possibile sblocco meridiano a cavallo tra la fine della seconda e la terza decade di marzo,con brusco calo termico e possibili nevicate collinari o basso-collinari sulle aree orientali.Aprile risentira’ in prima fase della circolazione fredda ed instabile da N/e,con successiva stasi altopressoria di breve durata.Probabilemente poi le saccature oceaniche si spingeranno sempre piu’ ad ovest,con convergenza perturbata ma via via piu’ mite sullo stivale a partire dalla meta’ di aprile.





ITALIA CENTRALE:
Mese di marzo che risentira’ nei primi giorni di temperature basse legate al precedente ritorno invernale,con tempo inizialmente stabile.A partire dalla seconda parte della prima settimana del mese e’ lecito attendersi la distensione di saccature di matrice oceanica con termiche in incremento ma normali per il periodo,neve a quote di montagna e ventilazione apprezzabile dai quadranti occidentali con quadro precipitativi importante sui versanti di ponente e meno su quello adriatico.Assisteremo a pause brevi altopressorie tra una saccatura e l’altra.Lo sguardo poi si pone per un possibile sblocco meridiano a cavallo tra la fine della seconda e la terza decade di marzo,con brusco calo termico e possibili nevicate collinari o basso-collinari sulle aree adriatiche.Aprile risentira’ in prima fase della circolazione fredda ed instabile da N/e(neve alle quote alto collinari),con successiva stasi altopressoria di breve durata.Probabilmente poi le saccature oceaniche si spingeranno sempre piu’ ad ovest,con convergenza perturbata ma via via piu’ mite sullo stivale a partire dalla meta’ di aprile.






ITALIA MERIDIONALE:

Mese di marzo che risentira’ nei primi giorni di temperature basse legate al precedente ritorno invernale,con tempo inizialmente stabile.A partire dalla seconda parte della prima settimana del mese e’ lecito attendersi la distensione di saccature di matrice oceanica con termiche in incremento oscillanti dal sopramedia nei pre-frontali e normali nell’ingresso delle saccature con ventilazione apprezzabile dai quadranti occidentali,con precipitazioni specie sui settori tirrenici e ionici.Assisteremo a pause brevi altopressorie tra una saccatura e l’altra specie all’estremo sud a carattere di pre-frontale.Lo sguardo poi si pone per un possibile sblocco meridiano a cavallo tra la fine della seconda e la terza decade di marzo,con brusco calo termico e possibili nevicate collinari o basso-collinari sulle aree orientali.Aprile risentira’ in prima fase della circolazione fredda ed instabile da N/e,con successiva stasi altopressoria di breve durata.Probabilmente poi le saccature oceaniche si spingeranno sempre piu’ ad ovest,con convergenza perturbata ma via via piu’ mite sullo stivale a partire dalla meta’ di aprile e termiche sopramedia sul meridione tipica delle situazioni ad elastico(pre-frontale).








TENDENZA SUCCESSIVA MAGGIO:

La permanenza di gpt alti alle alte latitudini potrebbero alternare intrusioni instabili e fresche,con successivi sprofondamenti occidentali delle saccature,il tutto in questo secondo caso specie da meta’ maggio darebbero il via per la prima onda di calore sul settore mediterraneo.

Sei in Previsioni Meteo:
Mondo » Asia del sud » Indonesia » Semarang
    Cerca localit
Meteo ad alta risoluzione
 Nazione: 
 Regione/stato: 
 Provincia: 
 Localit: 
Località : Semarang Alt. 7 m (Nazione: Indonesia)  
  A Semarang sono le
Meteo attuale Prossima ora
Nubi Sparse
Temp: 25°C
Nubi Sparse
Temp: 25°C
Previsione ore 21:00
Nubi Sparse
Temp: 25°C
Mite e gradevole
Prec: -
-
Wind: SW 4 Km/h

  Alba:05:52 UTC+07:00 Tramonto:17:36 UTC+07:00 WIT Lat:6.97S Lon:110.42E (ICAO Vicino ) English-Metric  
Giorno            Tempo previsto Min C Max C Precipit Vento Km/h UV
DOM 2 Nubi Sparse 24.0°C 38.0°C - S 13
Debole
LUN 3 Nuvoloso, nebbia 23.0°C 37.0°C - NW 15
Moderato
MAR 4 Nuvoloso 23.0°C 37.0°C 2.0mm
Debole
NW 17
Moderato
MER 5 Qualche nube 24.0°C 37.0°C - NW 19
Moderato
GIO 6 Qualche nube 24.0°C 35.0°C - NW 17
Moderato
VEN 7 Qualche nube 23.0°C 37.0°C - NNW 19
Moderato
SAB 8 Nebbia o nubi basse 24.0°C 35.0°C - SE 9
Debole
--
DOM 9 Nebbia o nubi basse 25.0°C 38.0°C - SSE 9
Debole
--
   FINO A DOM 16 Agosto 2015  
Allerte rilevate
Nebbia: MAR 4, SAB 8, DOM 9
Molto caldo: DOM 2, LUN 3, MAR 4, MER 5, GIO 6, VEN 7, SAB 8, DOM 9

Aggiornamento: DOM 2 Agosto 2015, 17:30 WIT (RUN 18)