logo Datameteo Datameteo previsioni meteo



Meteo e Previsioni meteo Pino d'asti

meteo Pino d'asti, allerta meteo Pino d'asti, meteo 16 giorni Pino d'asti

Dati Pino d'asti e Previsioni meteo Pino d'asti con aggiornata allerta meteo Pino d'asti ed incendi.

Modelli meteo Pino d'asti ad alta risoluzione WRF,CFS,WWW3 per eolico, fotovoltaico, protezione civile. Il modello per le previsioni meteo 16 giorni Pino d'asti è aggiornato regolarmente secondo una cadenza atipica. Inoltre sono disponibili previsioni meteo 16 giorni Pino d'asti per 7000 comuni italiani e 8000 location nel mondo Previsioni meteo Pino d'asti meteo Pino d'asti meteo 16 giorni Pino d'asti
Buone performances delle stagionali della passata edizione della rubrica per il mese di MARZO viste anche le simulazioni dei modelli matematici,che mostrano una possibile fase prima piu’ dinamica e fredda, con episodi da clima invernale, poi in addolcimento per contrasti termici, a seguire, nei successivi periodi.

La nostra penisola ormai entrata in una fase meridiana con più volti termici che avra' nel mese di APRILE una convergenza via via piu’ occidentale, con altalena tra fasi umide e miti contrapposta a rapide irruzioni di aria fredda da Nord.

Anomalie termiche Europa Aprile 2016

Carta delle anomalie termiche a 850hpa previsto dal modello climatologico CFS V2 con elaborazione Datameteo per il mese di Aprile 2016.

COMPARAZIONE COL PRECEDENTE OUTLOOK [RILEGGI]

Rispetto al precedente outlook denotiamo un’andamento che ricalca con buona approssimazione  le anomalie previste, seppure con tempistiche rimodulate. Questa fase stagionale denoterà, secondo noi, un clima spesso instabile, con il VORTICE POLARE, che si avvia al suo decadimento per i vari riscaldamenti in stratosfera. Questo possibile quadro climatico è sinonimo della dinamicità atmosferica, di cui accennavamo prima.


FOCUS ITALIA: APRILE NEL COMPLESSO MITE, CON UNA RASOIATA FREDDA?

Il mese di APRILE potrebbe avere, una prima fase umida ed instabile, anche in settori come il Nord-Ovest ed area tirrenica, ove e’ presente una fortissima carenza idrica, visto l’andamento stagionale, non in grado di colmare questa situazione assai delicata, per la vegetazione e colture in generale.

Nel corso della seconda parte del mese in questo contesto generalmente mite specie al Centro-Sud, potremmo avere anche una fase fredda, con una rapida irruzione di aria dal Nord.

Italia Settentrionale

Il mese di APRILE potrebbe evolvere in modo discontinuo al settentrione, con una prima parte specie la prima decade, in un contesto umido e spesso instabile, con rovesci sparsi frequenti anche al Nord-Ovest. Al momento dalle ipotesi formulabili gli accumuli moderati non riusciranno a risolvere in modo stabile la perdurante siccita’ dando, comunque sollievo a colture in fase di avanzata germogliazione e vegetazione.

La parte centrale del mese, dopo una temporanea stabilizzazione, evolverebbe verso una variabilita’ specialmente al Nord-Est e Romagna, con rovesci rapidi, neve sulle Alpi e un brusco correlato calo termico, il quale potrebbe causare alcune gelate tardive, non certo benefiche per frutta ed ortaggi o primizie stagionali.

L’ultima decade del mese in modo graduale, ci proporrebbe nuove precipitazioni, che stavolta sarebbero deboli ad Ovest, e piu’ presenti ad Est, in un contesto ventilato e mite.

Italia Centrale

Il mese di APRILE potrebbe evolvere in modo discontinuo al centro, con una prima parte specie la prima decade, in un contesto umido e spesso instabile, con rovesci sparsi frequenti su area tirrenica e Sardegna. Al momento dalle ipotesi formulabili gli accumuli moderati non riusciranno a risolvere in modo stabile la perdurante siccita’ dando, comunque sollievo a colture in fase di avanzata germogliazione e vegetazione.

La parte centrale del mese dopo una temporanea stabilizzazione con residui fenomeni ad Est, evolverebbe, con un impulso instabile specialmente lungo l’adriatico , con rovesci rapidi, neve sugli Appennini a quote basse per la stagione , con correlato un brusco calo termico, il quale potrebbe causare alcune gelate tardive, non certo benefiche per frutta ed ortaggi o primizie stagionali.

L’ultima decade del mesein modo graduale, ci proporrebbe nuove precipitazioni, a macchia di leopardo , in un contesto ventilato e mite..

Italia Meridionale

Il mese di APRILE potrebbe evolvere in modo discontinuo al sud , con una prima parte specie la prima decade, in un contesto umido e spesso instabile, con rovesci sparsi frequenti su area tirrenica ionica, e nord Sicilia. Al momento dalle ipotesi formulabili gli accumuli moderati non riusciranno a risolvere in modo stabile la perdurante siccita’ dando, comunque sollievo a colture in fase di avanzata germogliazione e vegetazione.

La parte centrale del mese dopo una temporanea stabilizzazione con residui fenomeni ad est, evolverebbe, con un impulso instabile specialmente lungo l’adriatico , con rovesci rapidi e venti molto forti, neve sugli appennini a quote basse per la stagione , e un brusco calo termico, il quale potrebbe causare alcune gelate tardive nelle aree collinari, non certo benefiche per frutta ed ortaggi o primizie stagionali.

L’ultima decade del mese in modo graduale, ci proporrebbe nuove precipitazioni, che stavolta sarebbero a macchia di leopardo , in un contesto ventilato e mite specie su area tirrenica.

Anomalie Italia Aprile 2016

Tendenza Stagionale Italia Marzo 2016



TENDENZA SUCCESSIVA PROSSIMI MESI ITALIA
Il trimestre primaverile parrebbe molto instabile, con freddo anche tardivo,vista la maturazione molto forte del VPe le sue termiche troposferiche,indice comporta dunque maggiore dinamicita’.

SITUAZIONE TELECONVETTIVA - Approfondimento PRIMAVERA 2016


L’evoluzione su base teleconnettiva non puo’ che partire da una straordinaria tenuta del VP, forse storica con termiche a 10 hPa(stratosfera) sino a -80°C, una media bassissima per il mese di Febbraio.

Sia per logiche di tipo radiativo, che per i continui warming dal settore siberiano si va verso un declino rapido del VP, a causa del FINAL  MAJOR WARMING atteso proprio in questo mese di MARZO, con circolazione estiva sul Polo ben salda entro il mese di Aprile (HP).

A livello di anomalie, si vedra’ anche il graduale sblocco da Ovest con un pattern NAO+ , che iniziera’ a vacillare, rimodulando anche le ssta atlantiche.

Sara’ fondamentale in ottica estiva, il monitoraggio dell’ITCZ,, che spesso viene spinto molto a Nord nelle forti anomalie di EL NINO, con azioni meridiane opposte in primavera e calienti per la bella stagione.

Tendenza successiva:
Con molta probabilita’ la primavera,risultera’ foriera di molte precipitazioni,con possibile freddo improvviso,e neve a quote basse per la stagione, con repentini mutamenti climatici verso un tempo più mite.

Vai a: Allerta » Dati attuali » Synop
» Mare » Clima » Meteovid
Sei in Previsioni Meteo:
Mondo » Europa » Italia » Piemonte » Pino d'Asti
    Cerca località
Meteo ad alta risoluzione
 Nazione: 
 Regione/stato: 
 Provincia: 
 Località: 
Comune di Pino d'Asti Alt. 412 m (Prov. di Asti)  
  A Pino d'Asti sono le
Meteo attuale* Prossima ora
Foschia
Temp: 4°C
Nebbia o nubi basse
Temp: 6°C
Previsione ore 14:00 - 15:00
Qualche nube
Temp: 9°C
Freddo moderato
Prec: -
-
Wind: N 2 Km/h

  Alba:07:24 UTC+01:00 Tramonto:17:58 UTC+01:00 CEST Lat:45.06N Lon:7.99E (ICAO Vicino LIMK) English-Metric  
Giorno            Tempo previsto Min °C Max °C Precipit Vento Km/h UV
DOM 19 Nubi Sparse 2.0°C 11.0°C - N 7
Debole
LUN 20 Qualche nube 1.0°C 11.0°C - NNW 9 max 12
Debole
MAR 21 Qualche nube 3.0°C 13.0°C - ENE 6
Debole o assente
MER 22 Nuvoloso 4.0°C 12.0°C - SSE 11 max 16
Debole
GIO 23 Nuvoloso 6.0°C 14.0°C - SSE 9
Debole
VEN 24 Nuvoloso 5.0°C 15.0°C - SSW 13 max 29
Debole
SAB 25 Qualche nube 3.0°C 14.0°C - NNW 11 max 14
Debole
DOM 26 Qualche nube 4.0°C 15.0°C - NNW 6
Debole o assente
   FINO A MAR 7 Marzo 2017  

Aggiornamento: DOM 19 Febbraio 2017, 12:25 CEST (RUN 00)